Vivere sostenibile nella Castellana

venerdì 21 settembre 2012 ore 20:00 commenti Teatro Accademico

venerdì 21 settembre Vivere sostenibile nella Castellana Teatro Accademico locandina Vivere sostenibile nella Castellana

Incontro pubblico per la promozione del progetto “Vivere sostenibile nella Castellana”
con la partecipazione dell’Assessore Provinciale alle attività produttive dott. Michele Noal

Ecco un’estratto dal comunicato stampa:


VIVERE SOSTENIBILE
 nella Castellana: un progetto per vivere meglio e combattere la crisi

Presentata a Castelfranco Veneto l’iniziativa rivolta ai cittadini e alle imprese locali per lo lo sviluppo del lavoro a km 0 e della Green Economy. Promuovono il progetto la Provincia di Treviso, i sette comuni della castellana, dieci associazioni mandamentali di categoria con la partnership tecnica del Consorzio per lo sviluppo della bioedilizia.

Creare nuove e concrete possibilità di sviluppo per la Castellana: per i suoi cittadini e per le aziende locali. E’ quanto sta alla base del nuovo progetto “VIVERE SOSTENIBILE nella Castellana”, presentato oggi, venerdì 18 maggio, nella sala consigliare del municipio di Castelfranco Veneto.

Un progetto ambizioso che vede il coinvolgimento di molte istituzioni locali ed organizzazioni economiche: dall’assessorato alle Attività produttive della Provincia di Treviso, alle sette amministrazioni comunali della Castellana (Castelfranco Veneto – Altivole – Castello di Godego – Loria – Resana – Riese Pio X – Vedelago), alle dieci associazioni mandamentali di categoria (Arca CNA, Artigianato Trevigiano, Ascom, Associazione Coltivatori della Castellana, Confartigianato, Confederazione Italiana Agricoltori, Confersercenti, Federazione Coltivatori Diretti, Servizi Impresa 2000, Verdeservizi).

Preziosa, inoltre, la partnership tecnica con il Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia.

La sinergia tra questi attori nasce dalla necessità – avvertita a livello unanime – di promuovere un nuovo stile di vita, basato sulla sostenibilità, appunto, e capace di coinvolgere diversi ambiti della popolazione, famiglie ed imprese economiche, in primis.

Questo nuovo stile di vita, decisamente più diffuso nei Paesi del Nord Europa ed oggi in crescita anche nel Veneto, fa della Green economy il principio attorno al quale impostare le scelte quotidiane, quelle di sviluppo e quelle culturali.

Il progetto “VIVERE SOSTENIBILE nella Castellana” rientra in questa filosofia e si pone il duplice obiettivo di diffondere una maggiore conoscenza ed incentivare un vivere più sostenibile per il benessere individuale e del proprio territorio, da un lato, e di promuovere illavoro a km 0 per le aziende della Green Economy della Castellana, dall’altro.

L’iniziativa si concentrerà, in particolare, su uno degli aspetti più significativi e dalle maggiori ricadute sulla sostenibilità: la bioedilizia, cioè un nuovo modo di porsi nel costruire, con una maggiore attenzione all’uso di materiali e tecnologie compatibili con le moderne esigenze dell’abitare e un controllato e cosciente impiego delle risorse.

 

Lo sviluppo della bioedilizia sarà realizzato attraverso un percorso a più tappe, che coinvolgerà provincia, amministrazioni, associazioni di categoria, aziende e cittadini per tutto il 2012.

Punto di partenza sarà il convegno “VIVERE SOSTENIBILE nella Castellana”, rivolto ai cittadini e a tutte le attività produttive che desiderano attenersi a criteri di edilizia sostenibile, utilizzando sistemi per il risparmio energetico, l’impiego di energie rinnovabili e l’uso di materiali bioedili ed ecosostenibili.

La seconda parte del progetto sarà realizzata in autunno con la distribuzione di un magazine, personalizzato per ciascuno dei sette Comuni, che avrà lo scopo di informare i cittadini, dare loro un sistema di garanzie per supportarli nelle scelte legate al risparmio energetico, all’impiego delle energie rinnovabili ed alla bioedilizia, incentivando in loro un’attenzione più consapevole negli investimenti.

 

Con lo stesso intento il 21 settembre, presso il Teatro Accademico di Castelfranco Veneto verrà inaugurato il ciclo di incontri di approfondimento rivolti alla popolazione, che si svilupperà dal 24 settembre al 31 ottobre in ciascun comune in collaborazione con il Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia.

“Ci accostiamo con molto entusiasmo e soddisfazione a questo progetto – afferma Michele Noal, presidente del Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia -. Come Consorzio siamo sempre in prima linea nel promuovere attività di formazione e consulenza tecnica ad imprese e pubblica amministrazione. Di questa iniziativa apprezziamo soprattutto la capacità di informare e coinvolgere i cittadini su un tema come la green economy, di fondamentale importanza economica per il nostro territorio. Saper sviluppare una cultura della green economy significa, infatti, salvaguardare l’ambiente e la salute delle persone, ma anche valorizzare un segmento del comparto edilizio che rappresenta una reale, concreta soluzione di uscita dalla crisi economica del settore. Se a questo aggiungiamo che, grazie alla sinergia di enti, istituzioni locali e associazioni di categoria, Vivere Sostenibile nella Castellana è un progetto che promuove il lavoro a chilometro zero, che dà visibilità alle aziende di un territorio operoso come quello della Castellana, allora chiudiamo davvero il cerchio: spesso, soprattutto in fatto di bioedilizia, andiamo a guardare oltre confine, senza accorgerci che ci sono imprese di casa nostra che lavorano ad altissimi livelli di qualità. Per tutto questo partecipiamo con entusiasmo al progetto Vivere sostenibile nella Castellana, convinti che rappresenti un valido strumento di sensibilizzazione”.

“Sono numerose le ragioni per cui sia l’amministrazione di Castelfranco Veneto che quelle degli altri Comuni della Castellana si sono poste come capofila di questa iniziativa – commenta l’assessore alle attività produttive di Castelfranco, Nazareno Gerolimetto, a nome dei sette assessori comunali -. In primo luogo il bisogno di profondo rinnovamento che ci viene richiesto sia dal difficile momento economico-finanziario, sia dall’ambiente stesso, sempre più compromesso. Come amministratori siamo chiamati a guidare questo cambiamento, e questo progetto è certamente un ottimo strumento sia per favorire la crescita delle aziende locali specializzate che per garantire un futuro sereno alle prossime generazioni”.

“Come associazioni di categoria abbiamo colto con entusiasmo l’opportunità offerta dalle amministrazioni pubbliche della Castellana, volta a sensibilizzare tutta la cittadinanza sui temi del vivere sostenibile e della Green economy – commenta un rappresentante delle associazioni di categoria -. Questo per una serie di motivi: da un lato avremmo la possibilità di dare il nostro contributo in termini di formazione ed informazione, dall’altro ci auguriamo di attivare un circolo virtuoso che porti possibilità di lavoro per tutti i nostri associati che spaziano in tutti i settori delle PMI, del Commercio e dell’Agricoltura. Se questo accadrà, la ricaduta per tutti sarà sicuramente positiva in quanto prima di essere imprenditori nelle nostre attività professionali, siamo anche cittadini chiamati ogni giorno ad affrontare con spirito propositivo ed innovativo la complessa situazione economica che stiamo vivendo”.



L'evento si terrà a Teatro Accademico.


Sto caricando la mappatura ....

Visualizza tutti gli eventi a Teatro Accademico.

Lascia un commento