Notizie

Chiave-classica

Chiave Classica 2016

Undici date, dal 21 gennaio al 6 maggio, per la stagione concertistica curata dal Conservatorio Steffani nello splendido Teatro Accademico di Castelfranco.

Dalla musica da camera, all’antica, al barocco, alla sinfonica, all’opera.

Dopo il successo delle prime tre edizioni, il 21 gennaio si alza il sipario su Chiave Classica, la stagione concertistica curata dal Conservatorio di Castelfranco Veneto.

Paolo Troncon, direttore dello Steffani afferma “il Conservatorio sperimenta una modalità forse unica sul territorio nazionale. Il Conservatorio crea un marchio che identifica fortemente, attraverso una direzione artistica chiara, le proposte della stagione. Inoltre, sin dalla prima edizione, ha voluto rinsaldare il legame della cittadina con il suo teatro, e in questo ha avuto successo”.

L’Assessore alla Cultura Maria Grazia Lizza: “Con Chiave Classica si intende offrire un prodotto raffinato ed accessibile, che possa dare a tutti la possibilità di approcciare la musica, come ascoltatori e, magari, come futuri musicisti”.

Undici le date, da gennaio a maggio, a partire dal concerto del 21 gennaio, che aprirà la stagione con un duo d’eccellenza, composto da Davide Nordio al violino e Nazareno Carusi al pianoforte, che eseguiranno musiche di Brahms e Strauss. Seguirà una serata a cura dell’Ensemble di fiati dello Steffani, diretti da Francesco Fontolan, e dedicata ad autori del Nord Europa, fra i quali Holst, Raff e Dvorak. L’oera tornerà in scena il 26 e il 27 febbraio, con L’Elisir d’amore di G. Donizatti. Nei ruoli principali gli studenti dello Steffani, il coro diretto Roberta Paraninfo, l’orchestra diretta da Roberto Zarpellon e la regia di Renata Baldisseri. La data del 12 febbraio sarà dedicata alla grande musica da camera, con il brillante quartetto formato da Michele Lot, Gianpiero Zanocco, Anna Serova e Filippo Faes, che eseguiranno musiche di J. Brahms. Insolito l’organico di giovedì 3 marzo, che accosta il saxofono di Luis Lanzarini e il pianoforte di Damiano Lazzaron al quintetto d’archi composto da Eleonora de Poi, Stefano Pagliari, Mario Paladin, Walter Vestidello e Andrea Dominijanni. A seguire, l’11 marzo, il grande ritorno dei Sonatori de la Gioiosa Marca, celebre complesso originario di Treviso ed esportatore del barocco in tutto il mondo. Il pianoforte di Massimiliano Ferrati sarà il protagonista del recital pianistico del 18 marzo, dedicato alla tradizione russa, con musiche di Prokofiev e Musorgskij. Torna la musica da camera, nelle date del 1 e 14 aprile, che ospiteranno rispettivamente il trio composto da Andrea Vio (violino), Luigi Piovano (violoncello) e Pietro de Maria (pianoforte) e il duo violino pianoforte di Michele Lot (violino) e Giuseppe Zuccon Ghiotto (pianoforte) con musiche di Brahms e Franck. La stagione si conclude con due appuntamenti sinfonici, il primo con l’orchestra sinfonica del Conservatorio diretta da Roberto Zarpellon, il secondo con l’orchestra d’archi dello Steffani diretta da Alberto Vianello.
Ogni appuntamento sarà preceduto alle ore 20.15 da una presentazione del concerto nel foyer del Teatro.

PRENOTA AL 0423.495170

Prezzo biglietti: Intero 12 € – Ridotto* 7 €

Studenti e personale del Conservatorio “Steffani”, ragazzi fino ai 18 anni 3 €

Vendita biglietti il giorno del concerto dalle 16.00 alle 20.45.

Vendita abbonamenti Mercoledì 20 e giovedì 21 gennaio 2016 dalle ore 16.00 alle ore 19.00 presso la biglietteria del Teatro Accademico tel. 0423 735600.

Prenotazioni: entro le ore 12.00 del giorno che precede il concerto al numero: 0423 495170 dalle 10.00 alle 12.00 e scrivendo a chiaveclassica@conscfv.it

La direzione artistica si riserva ogni opportunità di eventuali modifiche del calendario imposte da cause di forza maggiore. Gli abbonati sono pregati di seguire eventuali variazioni di programma sul sito chiaveclassica.it.

Lascia un commento