Notizie

Expo

Terre di Giorgione – Expo 2015


L’Expo Internazionale è una vetrina unica per la nazione ospite.
Mai, come in questo caso, il Made in Italy è valore aggiunto per una nazione coma la nostra, con una lunga storia alle spalle e uno stile di vita che tutto il mondo ci invidia, a partire dalla tradizione dell’agroalimentare.
Castelfranco Veneto e la castellana, ovvero le Terre di Giorgione, qui si raccontano con una formula inedita e originale che trae spunto dai protagonisti presenti su di un territorio che offre mille spunti per conoscerlo e visitarlo in maniera approfondita.

The International Expo is a unique showcase for the hosting nation.
Never, as in this case, the Made in Italy is an added value for our nation, with a long history and a lifestyle that the whole world envies us, starting from the agricultural food traditions.
Castelfranco Veneto and the Land of Castelfranco, or the Land of Giorgione, here are told with a new and original formula which are inspired by the protagonists which are present on a territory that has thousands of ideas to meet and visit it in depth.



Castelfranco Veneto e la castellana più in generale, sono una vasta area di rara bellezza forse non ancora del tutto conosciuta come merita.
C’è molto da scoprire in queste realtà poste quasi marginalmente sul versante occidentale della Marca Trevigiana ma che, tuttavia, hanno un ruolo centrale nel Veneto, sia da un punto di vista geografico che stradale e ferroviario.
Castelfranco Veneto, Città del Giorgione, a ben guardarla, presenta – dote rara per una tessuto urbano di medie dimensioni – quattro eccellenze dello scorso millennio, raggiungibili a poche centinaia di passi l’una dall’altra.
Dalle Mura medioevali all’unicità rinascimentale di Giorgione. Un illuminismo diffuso tra palazzi ed edifici storici (in particolare Duomo e Teatro Accademico) per non dire di quella straordinaria enclave tardo romantica rappresentata dal compendio Parco e Villa Revedin Bolasco.
Un territorio proteso verso una pedemontana il cui emblema è rappresentato da Asolo, la Città dei 100 Orizzonti, con la maestosa cornice del Monte Grappa.

Castelfranco Veneto and the Castellana in general, have a large area of ​​rare beauty, perhaps not yet fully known as it deserves.
There is much to discover in these realities posed almost marginally on the western side of the Marca Trevigiana but which, however, have a central role in the Veneto region, both from a geographical point of view and for the of roadways and railways.
Castelfranco Veneto, City of Giorgione, on a closer look, presents – a rare gift for an urban area of medium size – four excellences of the last millennium, within a few hundred yards of each other.
From the Medieval walls to the Renaissance uniqueness of Giorgione, an illuminism spread through palaces and historic buildings (particularly the Dome and the Academic Theatre), not to mention the extraordinary late romantic enclave represented by the compendium of the Park and the Villa Revedin Bolasco.
A territory reaching for a piedmont whose emblem is represented by Asolo, the city of the 100 Horizons, with the majestic setting of the Monte Grappa.

Un Veneto apparentemente minore, dove si incontrano testimonianze storiche e architettoniche (Città Murate, Isola dei Musei, Ville d’epoca), così come oasi naturalistiche (Sentiero degli Ezzelini e Parco delle Sorgenti del Sile), luoghi religiosi (La Casa natale del Pio X) e molto altro.
Tutto questo si può riassumere con il termine di Terre di Giorgione, laddove il nome del suo cittadino più illustre, diventa brand e ambasciatore per raccontare un’area più vasta di eccellenze diffuse.
Non ultimo l’aspetto legato all’antica tradizione contadina, a una Civiltà rurale che, pur trovando la sua massima espressione nelle Ville d’Epoca (autentiche aziende agricole al tempo della Serenissima), ora è quanto mai attuale con la varietà stagionale dei diversi prodotti che qui, nelle Terre di Giorgione, sono sede eletta di produzione o di consumo, tanto è vero che si può tranquillamente affermare come qui, nelle Terre di Giorgione, si possa mangiare bene durante tutto l’anno e, avendo le Colline del Prosecco a un tiro di tappo, si possa pure brindare ad una qualità della vita che ha pochi eguali anche oltre i confini regionali.
Quale occasione migliore, quindi, come vetrina e ideale show room di queste nostre Terre di Giorgione, la straordinaria occasione che deriva dai grandi eventi legati all’Expo Internazionale che si svolge a Milano e che vede Venezia e la nostra regione del Veneto protagonisti in prima linea verso una platea internazionale desiderosa e curiosa di conoscere il meglio di questo nostro Made in Italy.

PierLuigi Sartorello
Presidente Distretto Culturale
Terre di Giorgione

An apparently minor Veneto, where historical and architectural testimonials (Walled Cities, Museum Island, Ancient Villas), as well as nature reserves (Path of the Ezzelini and the Park of the Sile river Sources), religious places (The Birthplace of Pius X), and much more.
All this can be summed up by the term “Terre of Giorgione”, where the name of its most famous citizen, becomes brand and ambassador to tell to a larger area of ​spread excellences.
Not the least aspect linked to the ancient farmer tradition, in a rural civilization which, while finding its highest expression in the Ancient Villas (real farms at the time of the Serenissima), now it is more than actual with the seasonal variety of the different seasonal products that here, in the Land of Giorgione, are elected base of production or consumption, so that you can firmly say that here, in the Land of Giorgione, you can eat well throughout the whole year, and having the Prosecco Hills very near, you can cheer to a quality of life that has few equals even beyond regional boundaries.
What better opportunity, as a showcase and ideal showroom of our Lands of Giorgione, then the extraordinary moment that comes from large international events related to the International Expo, which takes place in Milan and which sees Venice and our Veneto region as protagonists in the first line towards an international audience eager and curious to know the best of our Made in Italy.


Lascia un commento